Pesca in Apnea – il primo approccio


pesca apnea primo approccio

Ciao ragazzi. In questo articolo vi parlerò di “Pesca in Apnea” da non confondere con la “caccia subacquea”  che è illegale un po in tutti gli stati del mondo. Si hanno notizie delle prime forme di pesca in apnea dai periodi primitivi, nata più per un esigenza dell’uomo e sviluppatasi in altre forme nel corso dei secoli, fino ad arrivare ai nostri giorni, dove è diventata una vera e propria disciplina sportiva, tanto che annualmente ci sono gare, tornei anche internazionali.

È bene sapere prima di procedere qualche piccola regola, per non incorrere in sanzioni amministrative o ancora peggio in spiacevoli incidenti. La pesca in Apnea la si può praticare, per una questione legata alla sicurezza dell’apneista stesso, dall’alba al tramonto. L’attrezzatura ammessa per chi pratica questo sport sono: Una muta, maschera e boccaglio, fucile che può essere olio pneumatico o a molla, un coltello neanche molto grande, una torcia e la boa segna sub.

attrezzatura pesca apnea

Per coloro che stanno pensando anche solo di provare a fare la pesca in apnea, farebbe bene affidarsi a un bravo Istruttore Freediver certificato e chiedere di fare una prova subacquea di apnea. Questa prova  servirà al vostro istruttore per capire da quale livello di corso freediving dovrebbe cominciare con voi. L’importanza di partecipare a un buon corso freediver  è che prima di tutto imparerete le giuste tecniche per potervi immergere in tutta sicurezza e se già praticate apnea, perché siete stati bravi nel corso degli anni a imparare da autodidatta, partecipare a un corso di apnea avanzato, imparerete a fare meglio e in modo corretto quello che sicuramente già fate.


corsi apnea

La Pesca in Apnea è una specialità dell’apnea pura. Prima di cominciare questo tipo di sport, è consigliabile fare una visita medico sportiva per assicurarsi che il sistema cardio-circolatorio sia in buona salute e che sia in grado di reggere agli allenamenti o alle immersioni subacquee di apnea durante la preparazione atletica.

Torniamo all’argomento cardine per cui sto scrivendo questo articolo e cioè alla pesca in apnea.

Da Istruttore vi dico che la prima domanda che mi viene posta è cosa viene insegnato durante un corso di Pesca in Apnea ? Apparentemente è una domanda quasi scontata e che molto probabilmente anche tu in questo momento te lo starai chiedendo. In realtà è una domanda intelligente, soprattutto se viene fatta anche da coloro che già praticano la pesca in apnea.

In apertura  del corso, vengono approfonditi gli argomenti inerenti alla attrezzatura, quale scegliere come ad esempio la muta, le pinne e il fucile, elementi importanti per un pescatore apneista. A seguire si entra nello specifico tecnico della pesca in apnea. Ad esempio per i principianti si comincia con lo spiegare la tecnica della tana e razzolo e per i più esperti si affrontano argomenti sulle tecniche dell’agguato e dell’aspetto.

Tutti gli argomenti hanno sia delle lezioni teoriche ma anche molte pratiche, questo perché il vostro Istruttore di Apnea  possa correggere insegnare a mettere in pratica quanto si è studiato.

In fine due argomenti che vengono trattati in tutti i corsi di apnea, sono il rispetto per l’ambiente e la sicurezza, aspetti che non possono assolutamente essere sottovalutati.

Presto pubblicherò un articolo che riguarda i fucili e il loro allestimento. Per non perdere nessun aggiornamento, iscriviti alla nostra NewsLetter che trovate in fondo a questa pagina e seguirci su facebook  @freedivingcentermalta

Author: Copyright © Francesco Cordone All rights reserved 
Graphic schemes: PADIschool.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat